venerdì 4 aprile 2014

Servizio pubblico: Pina Picierno e il PD assediato


Visto ieri a Servizio Pubblico la deputata Pd, Pina Picierno, praticamente assediata. Amaramente direi: senza neanche qualcuno di Forza Italia che le venisse in soccorso. Troppo inadeguata al compito la deputata PD. Da una parte la Santanché di M5S, Taverna, molte smorfie e interruzioni, con molti applausi da un pubblico che Santoro assicurava "casuale". Poi l'implacabile Travaglio. E Passera di rinforzo. Interlocutori per diversi aspetti difficilissimi. E difficilissimo difendere l'Italicum soprattutto. Come replicare a chi ti dice che mai si è visto un sistema di alleanze al primo turno piuttosto che al ballottaggio? O i partitini portatori d'acqua che non prenderanno seggi ma daranno seggi al partito "principale"? Etc. Praticamente un sistema fatto per i due "contraenti": Berlusconi e Renzi. Comunque francamente non so con chi stia Santoro attualmente. Continuo a non credere ai complotti. Però poche volte mi è sembrato così evidente l'inganno del pluralismo televisivo. Decisivo comporre il setting giusto: mettere al centro dell'arena un agnellino sacrificale e circondarlo di antagonisti di diverso orientamento e diversamente feroci: la belva Taverna, il lucidissimo e sferzante Travaglio, il placido Passera, forse il più duro di tutti nella sostanza. Solo Matteo Garibaldi (il titolo della trasmissione) avrebbe potuto spuntarla.