venerdì 30 maggio 2014

Elena Boschi: la politica è di tutti


Sentita ieri sera ad Otto e mezzo la titolare dell'impegnativo Ministero delle riforme, Elena Boschi. Beh, ammetto, con un sospiro di sollievo. Meglio del previsto, meglio del temuto. Qualcuno impara in fretta. Sicurezza, agenda politica assimilata, zero arroganza. Niente "professoroni". Ok. In spirito di "obiettività" mi azzardo a dire che nel disastro dell'epoca berlusconiana almeno questo dobbiamo all'ex cavaliere: la scoperta che il primo che passa (o la prima, soprattutto la prima per Berlusconi) può fare politica (può...) e magari fare il ministro. Con qualche incidente di percorso, d'accordo. Vedi Minetti. Uno spiraglio verso la fine della politica per professione, verso la politica come dimensione di ogni uomo e donna e servizio a tempo. Berlusconi leninista: "La cuoca governerà lo Stato". Così, perché mi piace ricordare che perle possono nascondersi anche nell'immondizia.