sabato 6 settembre 2014

Quando si rivela l'ingiustizia


Con il mio compagno di banco di liceo di più di 50 anni fa, generale in pensione, ci si incontra ad Ostia quasi sempre per andare al cinema. Talvolta, come stamani, per una granita di mandorla con brioche nel locale siciliano che frequentiamo. Lui è sempre stato a destra. Infatti per evitare di mettere a rischio l'amicizia, per decenni abbiamo evitato l'argomento. Al più un tocco e fuga. Da qualche tempo qualcosa sta cambiando. Prima mi ha comunicato che non avrebbe più votato Berlusconi. Deluso per i suoi fallimenti e per il suo stile di vita. Poi mi dice che potrebbe anche votare Renzi. E credo lo abbia votato o cioè abbia votato il PD "renziano". Quindi nei momenti in cui si sfiora, pur con meno ansia di una volta, la tematica politica lui appare -diciamo- quasi più piddino di me. Grave. Oggi con granita davanti mi racconta della sua vacanza a Sofia. Tutto bene, tranne...Tranne la povertà di troppi anziani e anziane che edificano, nel centro della città, case di cartone in cui trascorrere la notte. O che entrano nei Mac Donald a raccogliere gli avanzi prima che i consumatori spreconi depositino i vassoi nella sede dei vassoi utilizzati. Il mio amico ex berlusconiano mi ha comunicato la sua emozione. Poi ha detto una cosa incredibile. Qualcosa come: "Ci vorrebbe una forma di comunismo, una specie di comunismo". Aggiungendo, quasi pentito: "Dico per dire". Ed io: "Ci potrà essere. L'importante è trovargli un nuovo nome". Un po' scherzando, un po' no. Poi torniamo a commentare la granita di mandorla. Buona come quella di Avola? Forse sì o quasi. P.S. Ho avuto voglia di raccontare queste cose da Diario forse per sfuggire all'attualità politica normalmente intesa. Non ho la forza di avventurarmi in una discussione sul blocco della contrattazione pubblica o sullo sciopero "bianco" minacciato dalle forze dell'ordine e su parole come "ricatto" per me prive di senso, come "coraggio" ad esempio. E sto pensando agli invasati assassini dell'IS che chiedono ad Obama di fare scendere i suoi uomini a terra combattendo a viso aperto. Così si diceva da ragazzi: "Scendi, se hai coraggio". Così si dice in taluni western. Sciocchezze mischiate all'abominio.