lunedì 29 dicembre 2014

L'impotenza che sgomenta


Condivido lo sgomento dell'operatore turistico greco che si chiede come sia possibile. Passano le ore e la salvezza non arriva. La Norman Atlantic incendiata e alla deriva. Non nell'oceano ma quasi in una vasca da bagno. Nelle poche miglia di acque fra Patrasso e le coste italiane. La tragedia del Titanic sempre in agguato. La mobilitazione di navi, aerei, elicotteri e tecnologie del mondo intero assurdamente incapace di liberare dall'incubo centinaia di passeggeri esposti al gelo per sfuggire al rogo. Come il Titanic, come la Costa Concordia, come le Due Torri, come sempre. Come sempre imprigionati in scatole che si dimostrano mortali. Per imperizia. Perché ci crediamo onnipotenti. Perché non conviene rimandare un viaggio. Perché non vale la pena di pagare i costi per la revisione di paratie anti-incendio. Perché affidiamo la progettazione di piani di evacuazione al nipote del caro amico che ha assunto nostro cugino.