sabato 11 aprile 2015

Obama, l'acuto di un grande Presidente


Ogni tanto l'ottimismo è doveroso, come l'apprezzamento per politici (meglio dire statisti: in Italia "politico" è un'ingiuria) che assumono impegni e responsabilità decisivi. Lo dico a proposito dell'incontro di Castro e Obama al summit degli Stati americani. Aggiungendo magari ai politici o statisti il mediatore papa Francesco. Ripresa del dialogo e in prospettiva delle relazioni diplomatiche e fine dell'embargo Usa. Dopo 52 anni. Un plauso in particolare a Barack Obama, un grande presidente. Molte, troppe cose non mi piacciono degli Usa: pena di morte, perdurante razzismo, etc. Però Obama ha fatto il massimo. Innanzitutto vincendo ed esibendo ai suoi concittadini il primo presidente nero. Poi la riforma sanitaria, meglio che niente. Poi la riconciliazione con Cuba, appunto. Infine, ma solo infine, il risultato più labile ma concreto della ripresa economica.