domenica 1 maggio 2016

Incontro con i giapponesi

Piccola nota solo come pretesto per dire che sono tornato dopo una settimana di astinenza. In Sicilia per un motivo triste. Annoto solo una piccola cosa che mi ha fatto sorridere e pensare. All'aeroporto di Catania per il ritorno a Roma. Con due bagagli a mano pesanti e al limite della norma, mia moglie ed io. Un giovane giapponese, forse trentenne, che mi strappa di mano il bagaglio. Non per una rapina. Ma per liberarmi del mio peso, ritenendomi - ahimè ! - vecchio e troppo poco vigoroso. E subito dopo il suo amico fa la stessa cosa con mia moglie. Qualcosa di simile a Roma sulla metro settimane fa. Con gentilezza che non ammette resistenza, due giovanissime giapponesine che di scatto si alzano e quasi accompagnano a sedere mia moglie e me. Ma come sono fatti i giovani giapponesi?