giovedì 15 giugno 2017

La morte sceglie i migliori


Ho pensato questa cosa apprendendo di Gloria e Marco, i fidanzati dispersi nell'incendio del grattacielo di Londra. Dopo Valeria. Dopo Giulio. Dopo quelli scomparsi in Spagna in incidenti di bus. Sembra che la morte scelga i migliori, i più belli, dentro e fuori. Non è possibile, mi dico. Sembra, ma non è possibile, mi dico. O forse sì. Forse muoiono i nostri figli migliori che abbiamo ben nutrito e ben educato. E che vanno via affrontando il mondo. Perché qui non c'è posto per loro. Trovando la morte per la follia terroristica o perché il profitto vuole economizzare sulla sicurezza di edifici, bus e treni. Un pensiero ai genitori e un pensiero diverso a quelli che non si daranno pace per avere sacrificato tante vite per garantirsi una barca o vacanze stellari.