sabato 15 agosto 2015

Non è un buon ferragosto per i cuccioli dell'uomo


Non lo è per i bimbi chiusi e annegati nelle stive (che per fortuna o purtroppo non vediamo). Non lo è per quel bimbo che i telegiornali ci mostrano schiacciato fra la folla nel treno assaltato che dalla Macedonia porta in Serbia. Il bambino che grida e piange, forse cercando qualcuno che è rimasto a terra. Non è un buon ferragosto per il bimbo appartenente alla categoria privilegiata degli italiani. Perché i "grandi" si occupano di accendere falò sulla spiaggia, poi si dedicano a comunicare cavolate nei loro iphone. Dimenticano il bimbo che si ustiona col falò e ora rischia di morire. Nessuno dà patenti ai politici del mondo. Nessuno dà patenti a padri e madri. Quasi quasi prendo sul serio la ricetta di Salvini. Però re-interpretandola. Lui propone - in dispetto alla Chiesa - di diffondere anticoncenzionali nei paesi da cui arrivano i fuggiaschi. Lo l'accetto in una radicale versione. Si smetta in tutto il mondo di concepire. Si smetta se non sappiamo occuparci dei cuccioli dell'uomo. E non sappiamo occuparcene.