sabato 17 febbraio 2018

La sinistra non vince o non c'è perché


1. Perché divisa fra chi crede nello “sviluppo” e nelle grandi opere e chi crede alla crescita personale con la decrescita felice
2. Perché divisa fra chi crede che si debba lavorare meno per lavorare tutti e chi crede che possano e debbano lavorare tutti, molto o poco, a loro discrezione
3. Perché divisa fra chi crede che aziende e mercato debbano essere imbrigliate e chi crede debbano essere sostituiti da uno Stato socialista, non burocratico, ma con potere alle comunità, senza briglie e ingessature
4. Perché divisa tra chi teme i robot e chi vuole che ci appropriamo dei robot per liberarci dei lavori noiosi e pesanti
5. Perché divisa fra chi vuole eguali i connazionali e chi vuole eguali gli abitanti del mondo
6. Perché divisa fra chi è più attento ai diritti dei lavoratori e chi è più attento ai diritti di chi non lavora
7. Perché divisa fra chi trova convergenze a destra (no Fornero, no euro, etc.) e chi trova convergenze al centro.
8. Perché divisa fra chi sceglie il compromesso e si sporca le mani e chi tiene le mani pulite con una bandiera rossa per un futuro che forse verrà.
Domanda: Sono alternative insuperabili o è possibile una composizione? Ovvero esiste la Sinistra?