venerdì 11 novembre 2016

Stop the hate

E' un cartello agitato in una manifestazione a New York di cittadini shoccati dalla vittoria di Trump. Mi ha colpito e mi è piaciuto. Come un programma politico. Breve, intenso e tutto da sviluppare. Per l'America, per il mondo. Anche per la rete, direi, dove l'odio è di casa. Non è neanche un cartello contro Trump. E' un monito a tutti. Per iniziare un nuovo corso. Penso che sarà piaciuto a Francesco, se lo ha visto.