mercoledì 28 dicembre 2016

Voglio un centro di gravità permanente


Vorrei statisti, vorrei Stati non liquidi, vorrei che un Paese non invertisse la sua rotta per una elezione in cui peraltro il vincitore - Trump - ha preso tre milioni di voti in meno dell'avversaria sconfitta. Invece no. Cambia tutto e Trump, come il capo di una banda di briganti, può rassicurare Netanyahu: "STO ARRIVANDO, non mollare la preda dei territori occupati; l'astensione di Obama all'Onu non conta nulla".
Vorrei che un capo di Stato non dichiarasse guerra
Vorrei che un capo di Stato (Romania) non potesse far guerra addirittura ad una religione, negando l'investitura di governo alla più votata semplicemente perché musulmana.
Vorrei statisti nel mio Paese. Non politicanti che ieri erano per il maggioritario più maggioritario che si può (Berlusconi, Renzi) e oggi sono per il proporzionale più proporzionale che si può (Berlusconi) o non sanno più nemmeno cosa volere (Renzi) dopo che la legge più bella del mondo, l'Italicum, si è scoperto farebbe vincere M5S. Cercasi legge elettorale su misura, difficilissima da escogitare. Ed io cerco un centro di gravità permanente.Non per forza subito il socialismo. Almeno qualcosa che somigli un tantino alla democrazia.