martedì 28 novembre 2017

Con la corrente o contro


Penso che nessuno al mondo rischia qualcosa se asseconda la corrente. Nessuno sarà accoltellato perché affonda i barconi o erige muri o fa patti con la Libia e i suoi carcerieri. Se accoglie e fa buona integrazione invece deve mettere in conto di ricevere una coltellata sul collo. Così è. Penso però che sapere di essere nel giusto può valere una coltellata. P.S. Con stima verso Andreas Hollstein, sindaco di Altena, città della Germania insignita il maggio scorso del premio National Integration Prize.